29 agosto 2019

Omeletter

La nostra newsletter con tanto di logo!

Ultimamente ci capita spesso che diversi clienti ci dicano di non aver potuto nemmeno immaginare prima di vederci all’opera, cosa ci sia dietro al nostro lavoro e quante e quali complessità comporti.

Uuuuh! Ma che cucina graaaande! Ma quanti kilometri percorrete al giorno??
Ah ma se avessi a casa pure io l’abbattitore sai quante cose farei!
Davvero potete trasportare cento sedie in cima a quella salita sterrata?

… e tante cose di questo tipo.

Ci colpiscono molto  queste osservazione perché per noi certe dinamiche sono così quotidiane da essere quasi scontate!

Bene, abbiamo scoperto che non è così! Guardandoci attraverso gli occhi dei nostri clienti abbiamo rivalutato piccoli e grandi aspetti del nostro lavoro che pensiamo valga la pena condividere.

In quanto catering e banqueting ci occupiamo sostanzialmente di due cose che richiedono una gestione super attenta: cucina e logistica. Non è difficile immaginare che l’imprevisto da queste parti sia all’ordine del giorno!

Un evento (come certo un matrimonio ma anche un party nel giardino di casa o un pranzo a buffet durante un riservatissimo meeting aziendale) ha tante caratteristiche terribilmente vicine a quelle che può avere un campo minato!

Tanti ospiti con gusti disparatissimi… e come si fa ad azzeccare il menù?
E se poi piove??
Ma i bambini lo mangiano il topinambur??
È possibile in un’ora di tempo sfamare, dissetare e risvegliare con una buona dose di caffè un’assonnata platea di centoottant’otto persone??

Questi sono solo alcuni dei pensieri che sappiamo che prima o poi verranno a disturbare il tuo sonno.  Di fronte a tutto ciò, la promessa più onesta che possiamo fare è quella di mettere in campo la nostra professionalità ed essere al tuo fianco per anticipare il più possibile le criticità, risolvere nell’immediato inevitabili imprevisti… e suggerirti magari un’alternativa più appropriata al posto del topinambur!

E sai cosa ci consente di essere degli impavidi Cavelieri armati di mestoli, taccuini e tabelle excel, che al posto di salvare donzelle in pericolo sbrogliano matasse, risolvono inghippi o addirittura, a volte, li prevengono?

La fiducia.

La fiducia di chi ci sceglie e lascia che ci facciamo carico di tutte queste faccende complesse, che in verità a noi piace sempre tantissimo affrontare.

Sappiamo benissimo però che per ricevere fiducia occorre dar prova di meritarsela.

Così abbiamo pensato di darti la possibilità di vedere un po’ alla volta tutti quegli aspetti delle nostre giornate su cui abbiamo ricominciato a riflettere, a soffermarci e anche a migliorare man mano andiamo avanti.

Ne è venuto fuori un progetto che ora ha anche un nome –  un po’ bislacco ma inequivocabilmente evocativo –  e addirittura un logo:

Non ci vuole un genio: Omeletter = Omelette (ah, l’eleganza del francese!) + Newsletter.

Sostanzialmente un racconto, spontaneo e gustoso, che viene “servito” di tanto in tanto. Si parla ovviamente di cibo e cucina ma anche di tanti aspetti che riguardano l’organizzazione.

Ma perché proprio una newsletter? Non bastavano i social?

Certo, su Instagram, Facebook e Pinterest ci trovi sempre e lì continueremo a raccontarci e a mostrare foto di quello che facciamo, però la tua fiducia si merita più dettagli… e magari anche qualche ricettina golosa!

Ma non preoccuparti! Non ti intaseremo la mail con un sacco di spataffiate poco interessanti!

Questa è infatti la caratteristica di Omeletter: sei tu a decidere su quali aspetti del nostro lavoro rimanere aggiornato:

  • I “dietro le quinte” quotidiani
  • il romantico/chiaccherato/meraviglioso/stressante (credi davvero?) mondo wedding
  • chicche dalla cucina e non solo…

 

Noi non vediamo l’ora di iniziare a preparare la tua Omeletter!

 

Curioso di scoprire cosa abbiamo in serbo?
Iscriviti a Omeletter!

 

 

Autore

Maggioni Party Service